Scatole di latta Perugina

Come premesso questo blog non è soltanto un angolino in cui parlare di cucina, ricettine varie, ma anche di collezioni e cucito.

E’ proprio di collezioni voglio parlarvi, infatti facendo ordine nella mia immensa collezione di scatole in latta e provando a catalogarle o quando meno a dare un ordine in base al brand o al contenuto hanno catturato la mia attenzione quelle antiche del brand Perugina.

E’ inutile che vi dico che come prima non c’è ne sono più, che la storia che contengono è unica, che le confezioni e la cura che si aveva prima ora non c’ è in quanto tutto è stato sostituito con la plastica. In alcuni casi (molto rari non è così), infatti proprio la Perugina conserva ancora un po’ di tradizione e  quindi oltre all’antico o meglio detto “Vintage” la mia collezione è arricchita anche dal Perugina moderno.

Tondeggiante dai colori bianco e giallo con raffigurati i monumenti simbolo dell’Italia e con in rilievo una scritta “Fantasia Italiana di Luisa” e una modella con una busta di Luisa Spagnoli, rappresenta l’Italia, con le bellezze del gusto, i cioccolatini Perugina noti in tutto il modo, la moda, Luisa Spagnoli simbolo di classe, eleganza, raffinatezza e stile, i monumenti che siglano il tutto. Al suo interno aveva diverse varietà di cioccolatini appunto “assortimento Perugina”.20170512_193452      20170512_193459

Tornando indietro con il tempo voglio mostrarvi l’eleganza che Perugina ha mostrato fin dal 1988 creando questa splendida latta con i “Pasticcini Perugina”, prodotti di alta pasticceria.

Davanti ha un bellissimo mazzo di fiori mentre dietro tutta la varietà di biscottini da tè presente al suo interno.

Pezzo molto raro e prezioso della Perugina primi anni 80 con all’interno

le famosissime caramelle “Rossana” è il bidone che al suo interno conteneva non solo le preziose caramelle ma anche la bellissima bambolina di colore.

IMG_0410

Girelle di Grana Padano e prosciutto

Semplicissime da preparare, spesso accompagnano aperitivi o menù per pic nic o pranzi al sacco, a seconda dei gusti possono essere realizzate con le verdure, il formaggio e prosciutto, funghi, tonno, insomma come desiderate.

L’occasione per cui ho voluto realizzarle è un pranzo in famiglia in campagna, fatto di cose semplici ma gustose, ho optato per il gusto “grana Padano e prosciutto cotto”, essendo intollerante al latte ho usato il Grana ma per chi non lo è si possono utilizzare  vari tipi di formaggi come la ricotta, la scamaorza, Philadelphia.

Per realizzarle occorre veramente poco e il tempo di preparazione e cottura è di circa 40 minuti (esagerando).

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

Grana Padano grattuggiato

6 fette di prosciutto cotto

1 uovo

Procedimento:

Srotolare la pasta sfoglia sul piano di lavoro e spennellarvi l’ uovo, versatevi sopra a pioggia il Grana Padano grattugiato e  ricoprite con il prosciutto cotto a fette, arrotolate il tutto piano piano stringendo bene.

IMG_0626

Fate riposare 15/20 minuti in frigorifero e poi procedere a tagliarlo a fette di circa 1,5 cm l’una.

IMG_0627        IMG_0629      IMG_0630

Ponete i rotolini nella telia rivestita di carta da forno e spennellatevi sopra l’uovo.

Infornate a forno pre-riscaldato a 180° per circa 20 minuti (fino a che non avranno raggiunta la doratura che desiderate).

Buon appetito!!!!!

IMG_0631    IMG_0632

 

Anicini dal sapore antico

Ricetta molto antica della tradizione sarda, il sapore delicato dell’anice e il suo profumo sono il carattere dominante di questo semplicissimo dolce.

Potete gustarli per una semplice colazione o accompagnarli ad un tè caldo il pomeriggio, o per il vostro spuntino.

Semplice in tutto, a partire dagli ingredienti, pochi e che tutti in casa abbiamo, solo uova fresche, zucchero, fecola di patate, farina 00 e semi d’anice che potete facilmente reperire in negozio di articoli per dolci.

Questo dolce è conosciuto in tanti paesi della Sardegna, è un dolce antichissimo,

Ingredienti:

6 uova intere

250g zucchero semolato

150g farina 00

80g fecola

50g semi d’anice

Procedimento:

Lavorare bene per 10 minuti le uova intere con lo zucchero semolato, successivamente incorporate la farina setacciata con la fecola e i semi d’anice a pioggia.

20170307_162432   20170307_163751

 

Versate il composto steso in una telia da forno alta, livellate bene, infornate in forno pre-riscaldato a 180°.

20 Minuti circa e potete sfornare gli anicini, il loro profumo delicato avvolgerà la vostra cucina e vi riporterà indietro nel tempo.

Un San Valentino…posticipato

Come potete leggere dal titolo sono un pò in ritardo, in realtà il giorno di San Valentino non sono stata bene e non mi sono potuta dedicare alla cucina , così appena ho avuto un attimo ho realizzato qualcosina perchè è bene tenere anche in cucina quella piccola atmosfera di festa.

Cuoricini di frolla alla marmellata, il tutto molto semplice da gustare per  colazione la mattina o come dolcetto per il caffè pomeridiano.20170222_193940.jpg

La ricetta della frolla questa volta l’ho cambiata, c’è ne sono una marea di versioni, così ho deciso di cambiare e provarne una da  un libro di “500 ricette dal cuore delicato-biscotteria dolcetteria”.

20170222_180645

Ingredienti:

300g farina 00 (ne ho usata una specifica per torte)

1 uovo intero

1 tuorlo

150g burro (senza lattosio)

130g zucchero semolato

1/2 bustina di lievito per dolci

vanillina

acqua

codette o granella di zucchero

confettura a piacere

Procedimento:

Lavorare bene le uova con lo zucchero semolato, aggiungere il burro precedentemente tagliato a cubetti e lavorate bene, io utilizzo li’impastatrice ma il procedimento è lo stesso non cambia, versate poi la farina precedentemente setacciata con la vanillina e il lievito.

20170222_183126

Lavorate bene fino a formare una palla, avvolgetela o nella pellicola o nell’alluminio e fate riposate per circa una mezz’ora.

20170222_183332.jpg   20170222_184320.jpg

Passata la mezz’ora stendete la frolla sulla spianatoia e con le formine iniziate a tagliare i cuoricini, decidete voi se fare tutti occhi di bue oppure come ho fatto io anche biscottini doppi con marmellata al centro oppure anche semplicemente spennellate un pò di acqua sopra al cuoricino e fate aderire le codette o la granella di zucchero.

Preriscaldate il forno a 180° e infornate i cuoricini e fate cuocere fino a che non saranno dorati.

20170222_193415.jpg

A questo punto unite con la marmellata spersa bene per tutto il biscotto e ad ultimo spolverate con lo zucchero a velo…

e quindi auguro buona colazione a tutti…

A presto con la ricetta della pasta fresca per creare delle profumatissime tagliatelle all’uovo.

L’epifania…tutte le feste si porta via

942b1f6c-0d12-445b-be04-f8a8362ac072

Come è noto a tutti l’epifania tutte le feste si porta via, il simbolo di questa ultima festa è la vecchietta che a bordo di una vecchia scopa porta i doni a tutti i bambini.

E’ una delle feste che mi piace ricordare, per tenere sempre viva la tradizione. Proprio per questo ogni anno che si rispetti da circa una decina d’anni mi diverto a preparare calze piene di caramelle, cioccolatini e dolcetti vari e qualche piccolo regalino ai miei familiari, perché penso che per le tradizioni di una volta l’età non conta.

Quest’anno l’idea in più è stata di recuperare tutte le befane che negli anni mi avevano regalato ed esporle in casa sostituendo i vari Babbo Natale, danno un clima di allegria che un pò smorza la tristezza della fine delle feste di Natale.

Per creare una bella calza ho cercato delle calze (perdonate il gioco di parole)che mi avevano regalato nei supermercati con l’acquisto di varie confezioni di cioccolatini, ne ho diverse, ho acquistato dei simpatici sacchetti nel periodo di Natale e delle buste di caramelle di vari tipi, dalle liquirizie alle rotelle, ai marshmallow , alle caramelline gommose alla frutta,e altre cosettine, ho preparato un sacchetto per ciascuno misto un bel fiocco e la confezione è pronta.

dc9c154f-d7db-4c44-9d4c-831eba6d07a2

f4d35a39-84f4-426f-8d1b-7f556579e4e0

Per riempire bene la calza ho comprato anche cioccolatini natalizi e caramelle incartate varie, adesso devo solo attendere il 5 mattina presto per poterle consegnare…

Quindi con queste immagini caratteristiche auguro a tutti voi una buona festa dell’Epifania….

Buon anno a tutti…

Tantissimi auguri di buon anno, che sia un anno pieno di soddisfazioni,  di lavoro per chi l ha perso e per vchi lo cerca da tanto tempo, di gioia per chi soffre, di salute, di amore e serenità.

 Non tralasciamo mai le piccole cose di ogmi giorno,viviamole fino in fondo e teniamo sempre forti i nostri valori.

Auguri di cuore a tutti, buon 2017…


Ciambelline natalizie

20161222_061446

Come ogni natale chi si rispetti non può mancare in casa mia un dolce natalizio fatto da me. È tradizione che qualche giorno prima di natale la mia cucina si riempa di un dolce profumino.
Quest’ anno ho voluto preparare delle semplicissime ciambelline di diverse forme tipicamente natalizie.
Occorre veramente poco per rendere unica l’atmosfera di natale già dalla mattina presto.
Ingredienti:
125g burro
125g zucchero
1/2 bustina di lievito vanigliato
250g farina
1 uovo intero

Procedimento:

Lavorate bene prima il burro e lo zucchero poi aggiungete l’uovo e ad ultimo la farina setacciata con il lievito.
Lavorate bene e quando l’impasto risulterà consistente formate una palla, fatela riposare in frigorifero per circa 30 minuti.
Trascorso il tempo di riposo stendete la pasta con il mattarello e con il taglia pasta create le forme desiderate.
10/12 minuti di cottura a forno preriscaldato a 180°.
Per realizzare le ciambelline alla marmellata occorre solamente assemblare con la marmellata due biscottini.
Buona colazione d’avvento…

images